I dati ufficiali

Exploit di turisti e incassi per i beni archeologici siciliani: +15%

Exploit di turisti e incassi per i beni archeologici siciliani: +15%
Il Teatro Antico di Taormina
In vetta alla classifica delle mete più gettonate il Teatro Antico di Taormina, al secondo posto la Neapolis di Siracusa. Alle loro spalle la valle dei templi di Agrigento che ha fatto registrare un incremento del 40%

Il patrimonio archeologico e monumentale siciliano nei primi sei mesi dell'anno ha fatto registrare numeri da capogiro. E quanto si presagiva, visto il notevole afflusso di turisti, è stato confermato dai dati ufficiali resi noti dalla Regione sugli ingressi nelle aree archeologiche e musei che gestisce. Gli incassi sono cresciuti del 15 per cento, passando da 8,5 a 9,8 milioni. L'exploit più sorprendente è rappresentato dalla Valle dei Templi di Agrigento, dove i biglietti staccati sono aumentati del 40%. La destinazione preferita di turisti italiani e stranieri rimane il Teatro antico di Taormina, visitato fra gennaio e giugno da 335 mila persone, circa 1.840 al giorno. La Neapolis di Siracusa si piazza al secondo posto che nel periodo centrale della stagione turistica, dal primo maggio a metà agosto ha fatto registrare una crescita di oltre 20.000 spettatori rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Categoria: